Mi sa che devo andare

 

Da qualche giorno mi sentivo strano: il nonno, preoccupato, mi trovava triste perché non avevo voglia di giocare ed è arrivato con uno scatolone nuovo per farmi piacere. Adoro le scatole ed ho apprezzato molto ma non l’ho dato a vedere perché proprio non avevo forze.

Così l’umana mi ha portato dal dottore e l’ho vista proprio spaventata: mi ha preso in braccio ma non stavo molto comodo perché sussultava per i singhiozzi. Stanotte le ho fatto un sacco di coccole restando sdraiato al suo fianco anche se mi sentivo sempre più debole e stamattina abbiamo viaggiato in auto per la seconda volta: oggi, però, la mia umana non cantava.

Il dottore deve avermi dato qualcosa di forte perché rivedo tutte insieme le persone che mi hanno voluto bene nella mia breve vita. Cantano in lontananza un ritornello che fa “arrivedorci” ma credo che il mio sia proprio un addio.

Mi sa che devo andare…


4 risposte a "Mi sa che devo andare"

  1. Credo… Ne sono convinto, che non esistano mai “addii” ma solo “arrivederci”…. Ed è per questo che le vite tornano sempre inevitabilmente ad incontrarsi….
    A volte gli incontri durano un attimo… Solo pochi istanti… “Istanti ripetuti all’ Infinito…. L’eternità…”
    Ti voglio bene sorellina… Andremo avanti… Insieme… E Chirizu alias Cizuru sarà sempre nel nostro cuore, in quel posto particolarmente speciale del nostro cuore dove risiede l’amore….
    Ste

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...