There

thereLeonardo Patrignani è riuscito ad intrigarmi in una storia ai confini del paranormale, argomento che mi affascina molto ma dal quale cerco sempre di mantenere un certo distacco per evitare di lasciarmi influenzare troppo.

Inizialmente ho fatto un po’ fatica ad appassionarmi, probabilmente perché si tratta del primo libro di ampio respiro letto in formato ebook, iniziato tra l’altro in aereo e quindi con scarsa concentrazione. Inoltre sentivo lontana la protagonista, Veronica, per il suo atteggiamento nei confronti del dolore per la perdita della madre, uccisa durante una sparatoria in banca: chiusa in se stessa, vive in modo passivo un lavoro che non le piace, in una casa che non le piace, allontanando chiunque tenti di scalfire la sua scorza. Mi era antipatica, mi innervosiva … finché ho cominciato a vedere in lei i tratti di un’amica che ha vissuto un’analoga esperienza.

Un incendio, un ragazzo, un libro cambiano tutto: ha visto davvero l’incendio o l’ha solo sognato? Dove ha incontrato quel ragazzo con il cappuccio? Il professor Laera può davvero aiutarla? Il ritmo si fa incalzante quando la ragazza comprende di aver sperimentato il distacco della coscienza e di poter quindi raggiungere una dimensione parallela alla realtà. L’idea di poter forse contattare in tal modo la madre, la spinge a fare scelte apparentemente irrazionali. Sarà tuttavia l’incontro con il brillante neuropsichiatra Samuele Mora, esperto in studi su esperienze pre-morte, che aiuterà Veronica a capire davvero cosa le sta succedendo e ad aiutare se stessa aiutando gli altri.

Scrittura fluida e bel ritmo tanto che negli ultimi capitoli si trattiene il respiro senza rendersene conto; la vicenda è coinvolgente al punto che ho cercato se davvero esistesse il professor Raymond Laera! Non indagate, non esiste se non nella fantasia del bravo autore che probabilmente si è ispirato ad altri studiosi e scritti sull’argomento, trattando il tema con la giusta delicatezza.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...